lunedì 21 aprile 2014 - Aggiornato alle 16:22 - Utenti connessi: 60

Traffic Rank in IT: 24.209

Cronaca

CronacaOmicidio a Pianura, regolamenti conti all'interno del clan Tommaselli

Stando ad alcune testimonianze raccolte dai carabinieri che indagano sull'omicidio (sono 18 dall'inizio dell'anno, tra Napoli e provincia), la vittima potrebbe non essere stata ammazzata in via Girolamo Cardano, dove sarebbe stato scaricato da una vettura

Era vicino al clan Tommaselli il trentaquattrenne (e non 54 anni, come affermato dagli investigatori in un primo momento) Antonio Taglialatela, l'uomo rinvenuto morto nella tarda mattinata di ieri, in una strada isolata di Pianura, quartiere periferico di Napoli. Stando ad alcune testimonianze raccolte dai carabinieri che indagano sull'omicidio (sono 18 dall'inizio dell'anno, tra Napoli e provincia), la vittima potrebbe non essere stata ammazzata in via Girolamo Cardano, dove sarebbe stato scaricato da una vettura. Il corpo senza vita dell'operaio e' stato trovato steso su uno dei marciapiedi della stradina, che non ha uscita: aveva il volto sfigurato da uno o piu' colpi di pistola, e un foro di entrata alla schiena. Il movente, secondo i militari, sarebbe da ricercare in un regolamento di conti interni al clan capeggiato dal boss Carlo Tommaselli, cognato di Pietro Lago, capo storico dell'omonima organizzazione malavitosa, con roccaforte a Pianura.

25/4/2012 | 00:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA Visualizzazioni 483  |  di Matilde Andolfo, autore

Commenta la News

Il mio indirizzo IP sará registrato Invia il commento

Dialoghi immaginari

Sotto a chi tocca

L' Editoriale

Primo Piano

Ultimi Video

Lunaset sport
Avellino, al "Menti" il derby del rilancio

SportAvellino, al "Menti" il derby del rilancio

Alle 20.30 i lupi cercano i tre punti contro la Juve Stabia

Il derby vale l’onore per la Juve Stabia mentre per l’Avellino rappresenta l’occasione per rilanciare le proprie quotazioni nella lotta play-off. Guai a pensare ad una gara dal pronostico scontato. Sarà partita vera al “Menti” nonostante il destino delle vespe sia già segnato. La squadra di Braglia non regalerà nulla ai lupi perché vogliono almeno regalare una soddisfazione ai tifosi, già rassegnati alla Lega Pro Unica.